Azienda Faunistico Venatoria GROPPO DEL VESCOVO

Azienda Faunistico Venatoria dell'Appennino Tosco Emiliano

Cinghiale

 

Distribuzione del Cinghiale

Il cinghiale è presente in Europa, Asia, Africa del nord. In Italia è presente con alcune sottospecie, alcune tipiche presenti in maremma e nel gargano altre immesse che hanno inevitabilmente inquinato il patrimonio genetico delle sottospecie autoctone.


Caratteri distintivi del Cinghiale

Nel cinghiale la lunghezza testa-corpo è di 100-150 cm. coda 12-20 cm. altezza al garrese 60-90 cm. Il peso nel maschio 45-180 kg. nella femmina 30-150 kg. Il cinghiale è un animale di grandi dimensioni, con un corpo massiccio che presenta un treno anteriore più sviluppato del posteriore. Il cinghiale ha testa grande con forma di cuneo culminante con il caratteristico grifo. La pelliccia è folta e di colore bruno uniforme; le femmina ha 12 mammelle addominali. Nel maschio i canini si sviluppano con una lunghezza anche di 10 cm.


Habitat del Cinghiale

Il cinghiale è un selvatico tipico forestale, ma è diventato una specie generica adattandosi a tutti gli ambienti purché gli stessi soddisfino le sue esigenze di cibo e siano presenti zone acquitrinose.


Biologia del Cinghiale

Nel cinghiale l'unità fondamentale è costituita dalla scrofa e dai sui cuccioli e il gruppo così costituito ha una solida gerarchia di pascolo.  Il maschio "solengo" conduce vita solitaria e a volte accetta la compagnia di qualcun altro. All'epoca dei calori i maschi creano un'area di influenza spartendosi le femmine. Dopo l'accoppiamento la gestazione si protrae per 16-18 settimane e nell'imminenza del parto la femmina si ritira in un'area isolata. Dopo il parto per circa due settimane la femmina del cinghiale e i cuccioli rimangono nel covo. Il periodo dell'allattamento dura fino ai 3 mesi mentre la completa emancipazione si ha nella primavera successiva. Nel cinghiale la maturità sessuale si raggiunge dopo circa 10 mesi. I maschi raggiungono la possibilità di riprodursi verso i 4 anni. La vita in natura dura dai 15 ai 20 anni.


Alimentazione del Cinghiale

Il cinghiale ha regime alimentare quanto mai vario, ma essendo monogastrico si nutre di alimenti ad elevato valore nutritivo. Con il suo grifo usato a mo di aratro riesce ad estrarre i tuberi dal suolo. Si ciba di frutti selvatici, tuberi, rizomi, ghiande, castagne, foraggiere, funghi, noci, insetti, rettili, larve.
 

 

Fonte: www.ladoppietta.it


« Torna indietro